DIFFERENT MIND – Racconti sulla neurodiversità


Il concetto di Neurodiversità è stato per la prima volta impiegato, alla fine degli anni Novanta, da una sociologa australiana con la sindrome di Asperger: Judy Singer. Esso si riferisce a “disturbi” quali l’autismo, la sindrome di Asperger, la sindrome di Tourette, i disturbi dell’attenzione, l’iperattività, la dislessia, i disturbi bipolari ed altre condizioni. La clinica descrive tali “diversità” neurologiche attraverso scale o spettri che implicano condizioni individuali, disabilità e, in generale, caratteristiche neurocognitive assai diverse. Generalmente, specie per l’autismo, si fa riferimento al concetto di “bassa” o “alta” funzionalità per indicare il grado di disabilità sviluppato dai soggetti.

Different Mind è stato concepito con l’intento di accostarsi alla Neurodiversità, al di là degli aspetti nozionistici e clinici, attraverso i racconti di chi ne fa quotidianamente esperienza.

A condurci attraverso il concetto di “normalità” e “diversità” ci sarà la Dottoressa Barbara Cerri, logopedista dell’istituto Stella Maris. L’associazione Autismo Pisa Onlus ci fornirà il punto di vista di genitori e famiglie, mentre l’impresa sociale Natura Nakupenda parlerà del Progetto Autismo: CENTRO FORMAZIONE – LAVORO PER IL DOPO DI NOI. A raccontare la sua esperienza, ci sarà anche Fabrizio Bertini, studente di medicina e socio del SISM.

Racconti, punti di vista, esperienze in modo da iniziare a conoscere e comprendere la Neurodiversità, con tutte le sue sfumature.

Vi aspettiamo Domenica 12 marzo alle 17.00 presso il Caffè Letterario “Volta Pagina” (via San Martino 71, Pisa).

L’incontro è gratuito ed aperto al pubblico. Dopo gli interventi, ci sarà un ricco aperitivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *